CHINMAY

Dr. Chinmay Pandya

Docente

Il dottor Chinmay Pandya, nipote di uno dei più grandi studiosi, veggenti e filosofi degli ultimi tempi in India – Pt. Shriram Sharma Acharya (1911-1990) –, è attualmente pro vice Rettore dell’Università

Dev Sanskriti Vishwavidyalaya. Dopo gli studi di medicina in India, ha continuato la formazione nel Regno Unito, dove ha ottenuto l’appartenenza al Royal College of Psychiatrists (MRCPsych). A Londra ha scalato i ranghi del British National Health Service e si è assicurato il posto di Associate Specialist in Older People

Services presso il West London Mental Health Trust. In questa veste, ha gestito pazienti con più disturbi psichiatrici, concentrandosi sul trattamento della demenza dovuta al morbo di Alzheimer.

È tornato in India nel 2010, ascoltando una vocazione interiore.

Oggi il dottor Pandya è anche redattore del Dev Sanskriti, un giornale internazionale interdisciplinare che affronta vari temi legati alla cultura indiana e non solo, tra cui filosofia vedica, cultura, psicologia, comunicazione, istruzione, Ayurveda, studi indiani e orientali e pedagogie religiose.

Come direttore della Scuola di Yoga e Salute del DSVV, si impegna per far progredire la conoscenza scientifica e filosofica della meditazione e della gestione dello stress nei contesti contemporanei.

È presidente del Festival Internazionale di Yoga, Cultura e Spiritualità. È responsabile dell’etica e del rigore accademico

della DSVV. Il dottor Pandya fa parte dell’organo direttivo dell’Indian Council for Cultural Relations (ICCR); è membro del Consiglio consultivo del Ministero dell’Ayurveda, Yoga e Naturopatia, Unani, Siddha e Omeopatia (AYUSH); fa parte del Syllabus Restructuring Committee del National Council for Teachers ’Education (NCTE); ed è uno dei cinque leader istituzionali di tutto il mondo, compresi quelli dell’Università di Cambridge e dell’Università della Virginia, a essere un direttore del Patto globale delle religioni (GCR).

È stato inserito come profondo conoscitore nell’elenco degli esperti di yoga fornito dall’Organizzazione mondiale della sanità

(OMS) e ha rappresentato l’India nella riunione intergovernativa dell’UNESCO sulla questione del patrimonio culturale

immateriale. Parallelamente a tutto ciò, il dottor Pandya continua un’intensa pratica psichiatrica, su base pro bono.